Lipidi e infezione parodontale

Da una ricerca condotta in Finlandia su 878 soggetti tra i 45 e 64 anni non diabetici sottoposti ad esame parodontale, è stato dimostrato che la severità delle tasche parodontali (=/>4 mm.) e il numero di denti/siti coinvolti erano proporzionalmente correlati ad un aumento della IL-6 (interleukina particolarmente coinvolta nel processo infiammatorio) ma in modo variabile tra i soggetti, deponendo per una risposta infiammatoria su base individuale. La variabilità della risposta infiammatoria dipendeva dallo stato lipidico ovvero associata ad un aumento della frazione di colesterolo LDL oppure ad una diminuzione dell’ HDL o entrambi.

E’ necessaria una valutazione dello stato lipidico dei pazienti con parodontite per poter eventualmente approntare una terapia combinata in accordo con il medico curante (n.d.r.)

Haro A. et al. J. of Clinical Periodontology 2017; 44: 275-282