Laser nelle peri-implantiti e parodontiti: è giustificato l’uso ?

Da questa review sistematica e meta-analisi sulla terapia antimicrobica fotodinamica associata a terapia non-chirurgica o chirurgica della parodontite e peri-implantite, da studi clinici randomizzati, è risultato che, rispetto al solo approccio meccanico della superficie radicolare o implantare, l’aggiunta della terapia fotodinamica produce un beneficio addizionale modesto (02-0.7 mm. sia per il sondaggio che per il livello di attacco), con un livello di “certezza” basso-modesto.

Chambrone L.et al., J. Periodontology, 2018, n.7

L’American Academy of Periodontology ha recentemente emesso un consensus sui limiti del laser nella terapia delle parodontiti e peri-implantiti raccomandando una fase formativa prima del loro uso, per la possibilità di creare un danno irreversibile sulle superfici radicolari o implantari. Al momento una indicazione al suo uso potrebbe essere limitato a pazienti medicalmente compromessi e sotto terapie anticoagulanti dove la terapia convenzionale potrebbe essere rischiosa

Mills M.P.et al., J. Periodontology, 2018, n.7